Padre Giovanni Pucci

padre-giovanni-pucci

Giovanni Pucci nasce a Priverno (Latina) il 03 Febbraio del 1945.  Dopo le Elementari entra nel Collegio di Artena il 21 Settembre 1957, praticamente lo stesso giorno e quasi la stessa ora di P. Roberto Bordi.  Insieme a lui fa tutto il corso delle Medie e del Ginnasio e nel 1962 si sposta a Fontecolombo, dove  il 15 Luglio, con P. Roberto e altri 4 compagni, fa la vestizione dell’abito francescano per iniziare l’anno di Noviziato.

Professa la regola Francescana il 16 Luglio del 1963 e si sposta nello studentato di Frascati.

Quattro anni di Liceo Filosofico e scientifico, insieme alla formazione religiosa e Missionaria, grazie al “Circolo Missionario”.  Viene a contatto epistolare con i Missionari del Giappone, fuggiti dalla Cina di Mao.  Si entusiasma tanto della Missione che vorrebbe andare subito lì e continuare la Teologia. Ma i superiori lo vietano. Allora chiede, insieme a P. Roberto Bordi, di frequentare l’Università Urbaniana, per una formazione non solo teologica ma anche missionaria.  Termina gli studi teologici nel 1971 e il 04 Luglio viene ordinato Sacerdote, insieme a P. Roberto e altri 4 Frati.  Per un anno continua lo studio per la laurea, e nell’Ottobre del 1972 parte per il Giappone come Missionario.  Lì, studiando il giapponese si impegna anche a scrivere la tesi di laurea che presenterà nel mese di Novembre del 1974 all’Università Urbaniana.  Tornato in Giappone si sposta subito nella zona di Missione, dove lavora alla diffusione del Vangelo per 15anni (Toyama e Uozu).

A causa della morte del Missionario, Parroco della Chiesa di Tokyo, nell’Ottobre del 1990 viene spostato a Tokyo come Parroco e Direttore di Asilo. Una dote che il Signore ha dato a P. Giovanni è il canto; e lui ha cercato di sfruttarlo invitando i Giapponesi alla lode del Signore (peraltro, i Giapponesi sono molto sensibili alla musica),  e organizzando a Uozu  e  Tokyo  “Concerti di beneficienza”, il cui ricavato veniva  elargito ad Associazioni benefiche per i poveri. Ha lavorato a Tokyo per 9 anni e nel 1999 ha fatto ritorno in Italia, ricevendo subito l’incarico di  gestire la Segreteria delle Missioni  Provinciali (Frati di tutto il Lazio).

L’impegno era di organizzare “Giornate Missionarie” di sensibilizzazione e di raccolta fondi da mandare ai Missionari.  Nel 2001 è iniziata la collaborazione con P. Roberto Bordi, suo compagno di Sacerdozio, progettando la “Mensa dei Bambini poveri”  e  “Adozioni a distanza”. Nel 2005 è stato eletto Parroco della Chiesa di Acilia (S. Leonardo da Porto Maurizio), lavorandovi per tre anni.  Nel 2008 è tornato all’Ufficio delle missioni.

 Nell’Ottobre del 2008 crea insieme a dei laici ispirati da S.Francesco, il gruppo  COMIF  per una collaborazione allargata nel realizzare progetti missionari, legati soprattutto al lavoro di P. Roberto in Bolivia.  Quindi i progetti si spostano con lo spostarsi di P. Roberto e crescono di numero: “Adozioni a distanza”, “Mensa dei Bambini poveri”, “Ambulatorio”,  “Forni per il Pane” e relativi corsi di formazione,  “Casa per 180 disabili”,  “Farmacia”,  nonché l’aiuto per i poveri che sempre più numerosi si presentano alla sua porta. Nel 2013 P. Giovanni ha lasciato la segreteria delle Missioni dei Frati Minori del Lazio ed è diventato Parroco della parrocchia francescana di Artena. Nel Capitolo del 2014 è stato nominato Cappellano del Policlinico A. Gemelli di Roma.  Nonostante questi spostamenti, P. Giovanni come Presidente del COMIF continua nella realizzazione e nel proseguimento dei Progetti Missionari.